Un'olla etrusco-geometrica figurata tarquinese e il Pittore delle Grandi Mani

Veronica Duranti

Contenuto in: Studi Etruschi 64 - 1997

pp. 3-7

PDF disponibile per l'acquisto. € 18.00

Se sei abbonato effettua il login. Informazioni per abbonarsi.


Abstract

Tra il materiale che costituisce la Raccolta Comunale di cui il Museo Nazionale di Tarquinia dispone a seguito degli scavi condotti dal Comune di Corneto nelle necropoli alla fine del secolo scorso, si trova un’olla di impasto il cui interesse risiede in una singolare raffigurazione umana.
La sintassi decorativa esibisce i seguenti motivi, dipinti in vernice rossa su un fondo uniforme di ingobbio color crema: due fasce orizzontali corrono rispettivamente appena sotto l’orlo e sul collo del vaso; all’altezza della spalla si snoda una serie di zig-zag, mentre sul ventre altre due fasce orizzontali racchiudono undici metope, otto delle quali inquadrano clessidre campite a rete, un’altra mostra una figura antropomorfa, un’altra un decoro a linee verticali serpentiformi ed infine l’ultima risulta vuota; inoltre, nella metà inferiore del ventre otto fasce radiali si dipanano dal fondo e altre due fasce orizzontali corrono sul piede. […]

Parole chiave