Un gruppo di askoi visentini

Maria Chiara Bettini

pp. 67-74, Tavv. 2

PDF disponibile per l'acquisto. € 23.00

Se sei abbonato effettua il login. Informazioni per abbonarsi.


Abstract

Nei primi anni del novecento G. Gamurrini donò al Museo Civico di Arezzo un askos ornitomorfo di impasto rosso, decorato a motivi geometrici dipinti a vernice biancastra, rinvenuto a Bisenzio. Lo studioso non fornì nessun altro dato relativo al contesto di provenienza dell’oggetto e nessuna informazione ho potuto riscontrare nei documenti del suo archivio depositati ad Arezzo, nonostante egli fosse solito annotare minuziosamente, e spesso ripetutamente, notizie di ritrovamenti, osservazioni personali, riferimenti bibliografici. È possibile ipotizzare che il Gamurrini l’avesse a sua volta ricevuto in dono dal Cav. G. Paolozzi di Chiusi, che alla fine del secolo scorso seguì gli scavi delle necropoli visentine dell’età del ferro, considerando anche il legame di «amicizia antica e stima inalterabile» che li univa, ma questa, purtroppo, resta solo una supposizione. […]

Parole chiave