Sull'origine e lo sviluppo delle prime tombe a dado etrusche. Diffusione di un tipo architettonico da Cerveteri a San Giuliano.

Paolo Brocato

Contenuto in: Studi Etruschi 61 - 1995

pp. 57-93, Figg. 5, Tavv. 9

PDF disponibile per l'acquisto. € 15.00

Se sei abbonato effettua il login. Informazioni per abbonarsi.


Abstract

Le estese indagini condotte da Raniero Mengarelli e da Mario Moretti a Cer-veteri hanno permesso di riportare in luce una parte importante dell’antico paesaggio della necropoli della Banditaccia. Questo ha consentito di acquisire una quantità enorme di dati relativi allo sviluppo dell’architettura funeraria etrusca che ancora, in buona parte, necessitano di una analisi scientifica sistematica. Più tipi architettonici convivono nella necropoli, dando una immagine all’uomo moderno che non doveva essere di molto dissimile da quella che vedevano i frequentatori di età tardo etrusca e romana. […]

Parole chiave