Populonia e l’Etruria meridionale. Riflessioni, ipotesi e progetti per una ricerca interdisciplinare

Luciana Drago

PDF disponibile per l'acquisto. € 26.00

Se sei abbonato effettua il login. Informazioni per abbonarsi.


Abstract

L’esame di alcuni aspetti relativi alla produzione artigianale – in particolar modo quella metallica – attestata in alcuni dei principali centri e relativi territori dell’Etruria meridionale (Veio, Cerveteri, Tarquinia), unitamente alla documentazione relativa agli scambi e ai rapporti con altri centri della stessa area e con altri comprensori territoriali della penisola e delle grandi isole del Tirreno tra la I età del Ferro e l’Orientalizzante, costituiscono uno stimolo ad una raccolta sistematica di dati nel tentativo di porre le basi di una ricerca volta ad indagare nei suoi aspetti concreti l’eventuale ruolo primario di Populonia, insieme a Vetulonia, nei confronti delle principali comunità etrusco-meridionali, in relazione allo sfruttamento e alla redistribuzione delle risorse minerarie, anche tenendo conto tra l’altro dell’ulteriore e conseguente ruolo – più volte proposto – di principale mediatore o protagonista assoluto di questo centro e in generale dell’Etruria settentrionale nei rapporti privilegiati con altri partners, ad esempio con le comunità indigene della Sardegna. […]