L’Elba in età ellenistica

Adriano Maggiani

PDF disponibile per l'acquisto. € 16.00

Se sei abbonato effettua il login. Informazioni per abbonarsi.


Abstract

L’isola d’Elba appare nell’antichità una tappa obbligata per la navigazione d’alto mare tra la costa tirrenica, la Corsica e la Francia meridionale. I siracusani Apellès nel 458 (Diod. XI 88, 4) e Dionisio I nel 384 a.C. (Diod. XV 14, 3-4) nei loro raids che hanno raggiunto le sponde della grande isola mediterranea hanno toccato l’Elba.
Non è dunque fuori luogo, in un convegno dedicato ai rapporti tra Corsica e Etruria settentrionale, un riferimento all’isola del ferro, anche se il mio intervento non sarà particolarmente orientato ad evidenziare somiglianze culturali tra le due isole.
Lo scopo che mi prefiggo è di fornire un aggiornamento della situazione archeologica dopo la fervida stagione di scavi e ricerche degli anni settanta e ottanta del Novecento, cui è seguito un lungo periodo di stasi, interrotto soltanto da alcune scoperte fortuite.
La rassegna che propongo si articola in tre momenti, che corrispondono a fasi diverse della storia dell’isola e coincidono sostanzialmente con il primo, il medio, e il tardo ellenismo, con un preludio nell’età tardo-classica. […]