Insediamenti etruschi in Garfagnana e nella valle del Serchio

Diana Neri

Contenuto in: Studi Etruschi 62 - 1996

pp. 153-172, Figg. 5 n.t.

PDF disponibile per l'acquisto. € 25.00

Se sei abbonato effettua il login. Informazioni per abbonarsi.


Abstract

Il Serchio rappresenta la direttrice più agevole per la penetrazione nella valle padana attraverso gli Appennini ed appare la naturale connessione delle valli etruschizzate dell’Enza e del Secchia con la zona lunense-pisana. A suo tempo il Maggiani ha rivalutato l’indicazione fornita dallo Pseudo-Scilace di una odòs di tre giorni da Spina a Pisa, proponendo itinerari interni e ponendo l’accento sulla «possibilità occidentale» di comunicazione tra la valle padana e l’Etruria settentrionale. In particolare ha fatto notare che la valle dell’Enza, cui si accede facilmente per i valichi della Garfagnana, mette in collegamento con il Po a Brescello, importante snodo fluviale forse anche in epoca preromana. […]

Parole chiave

Materiali aggiuntivi


Ti potrebbero interessare anche: