I caini di Cretaiole (Pienza)

Maria Angela Turchetti

pp. 219-252 e 7 tavole

DOI: 10.26406/STETR81-13

PDF disponibile per l'acquisto. € 24.00

Se sei abbonato effettua il login. Informazioni per abbonarsi.


Abstract

Il corredo della tomba rinvenuta a Cretaiole vicino Pienza, che ha restituito urne in pietra fetida figurate e iscritte con il nome della gens caini, consente una serie di riflessioni di carattere tipologico-stilistico e epigrafico-linguistico sulla cultura funeraria di questa porzione dell’Ager Saenensis. La variabilità epigrafica delle iscrizioni, insieme con i caratteri stilistici dei contenitori, la tipologia architettonica del sepolcro, i pochi oggetti di corredo, rendono possibile distribuire le deposizioni tra l’avanzata prima metà del III e gli inizi del II secolo a.C. Lo studio ha fornito anche l’occasione per analizzare la diffusione dei cinerari ellenistici in pietra fetida e per individuare nel distretto pientino un possibile centro di produzione. Gli approfondimenti dedicati alla formazione del gentilizio caini e alla sua presenza nell’Etruria settentrionale interna si sono rivelati utili anche al fine di comprendere le politiche matrimoniali e le dinamiche di espansione della famiglia.

The small chamber tomb found in Cretaiole near Pienza, with more than twelve cinerary urns many of them with Etruscan inscriptions, raises a series of typological-stylistic and epigraphic-linguistic reflections on the funerary culture of this portion of the Ager Saenensis. The epigraphic variability of the inscriptions, together with the stylistic features of the containers, the architectural typology of the sepulchre, the few funerary items, make it possible to distribute the depositions between the advanced first half of the third and the beginning of the second century B.C. The study also provided an opportunity to analyse the spread of the Hellenistic cinerary urns in fetid limestone and to identify a possible production centre in the Pienza district. A technical analysis is dedicated finally to the formation of the name caini and to its presence in northern Etruria, which also proved useful in order to understand marriage policies and the dynamics of family expansion.

Parole chiave